L’Estate di Giacomo, il film di Alessandro Comodin, da domani va in Sala anche in Italia. Come sapete ha vinto il Pardo 2011 dei Cineasti, a Locarno. E si è meritato una trattenuta, e per tanto molto più efficace paginona di Mereghetti sul Corriere.

20 luglio – Milano – Cinema Anteo
22 luglio – Roma – Arena Nuovo Sacher
23 luglio – Gorizia – Premio Amidei
24 luglio – Udine – Visionario
25 luglio – Pordenone – Cinemazero
26 luglio – San Vito al Tagliamento
dal 27 luglio – Vicenza
dal 27 luglio – Firenze
10 agosto – Padova – Arena Giardino Barbarigo

Solo i maliziosi benintenzionati come me potranno aver notato l’assenza di una Sala di Trieste. Sarà, lo dico senza malizia e con le migliori intenzioni, un caso. E mi aspetto di ora in ora che l’ARISTON, o il MIELA annuncino di aver noleggiato la pellicola. O un intervento dell’Assessorato alla Cultura, per un fuori programma al Castello di San Giusto, per TRIESTESTATE

Ma fa un poco sorridere che la Città Che Piange ( anche ) Per Il ( disonesto e miope ) Furto Della Film Commission non ospiti una davvero promettente Opera Prima come questa.

'ndiferente.

Ai miei amici e lettori suggerisco di non perdere l’occasione di incontrare Giacomo. Il paesaggio è co protagonista di questo che non è un ‘documentario’, ma documenta.

Brava la Tucker, di Udine e Ogni Altro Far East.

Forse Trieste è FAR Far East.

( la scheda di IMDB )